Ue - Ambiente

L’Ue vieta l’utilizzo di pesticidi nocivi per le api

Sharing is caring!

 

Stop all’uso all’aperto dei neonicotinoidi, prodotti chimici molto diffusi in agricoltura e ritenuti pericolosi per gli insetti. L’Italia e altre 15 nazioni hanno votato a favore del divieto. Coldiretti: “Necessario fermare import prodotti stranieri trattati”

L’Unione europea vieta l’utilizzo all’aperto di tre pesticidi ritenuti nocivi per le api. I Paesi membri hanno approvato la proposta ad hoc della Commissione. Lo stop riguarda tre tipi di pesticidi neonicotinoidi che potranno essere usati solo in serra, senza contatto con le api. La decisione segue restrizioni già imposte dall’Ue nel 2013.

L’Italia a favore del divieto

Alla decisione dell’Unione europea ha contribuito anche il voto dell’Italia, favorevole alla proposta di divieto, insieme a quello di altri 15 Paesi membri. Lo stop ai tre pesticidi, che sarà applicabile dalla fine del 2018, arriva dopo due tentativi falliti da parte della Commissione di mettere ai voti la sua proposta e due pareri dell’Efsa circa i rischi che questi pesticidi comportano per le api. I neonicotinoidi sono sostanze insetticide molto usate in agricoltura e risultano più tossici per gli invertebrati, come gli insetti, che non per mammiferi o uccelli.

“Una restrizione essenziale per la biodiversità”

Quella approvata dall’Ue è una restrizione considerata essenziale per preservare la “biodiversità”, ha spiegato Il commissario responsabile della Salute, Vytenis Andriukaitis. Il 28 febbraio scorso l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) aveva concluso che “la maggior parte dei modi in cui i pesticidi neonicotinoidi vengono usati rappresenta un rischio per le api selvatiche e quelle mellifere.

seguici e metti mi piace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *