Ue - Cittadini

Accordo con Singapore: un impulso agli scambi tra UE e Asia

Sharing is caring!

eu-singapore 250
L,’accordo commerciale e l’accordo sugli investimenti tra l’UE e Singapore hanno ricevuto oggi l’approvazione del Parlamento europeo, il quale ha anche dato il suo via libera all’accordo di partenariato e di cooperazione.

Si tratta di un passo importante verso l’entrata in vigore degli accordi, che stimolerà le relazioni economiche e la cooperazione tra l’UE e Singapore e consentirà di rafforzare la presenza dell’Unione nel sud-est asiatico, una regione in rapida crescita

Il Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, ha dichiarato: “L’approvazione dell’accordo commerciale e dell’accordo sugli investimenti tra UE e Singapore da parte del Parlamento europeo segna un momento storico. Si tratta del primo accordo commerciale bilaterale concluso dall’Unione europea con un paese del sud-est asiatico, un elemento essenziale per instaurare una più stretta relazione tra l’Europa e una delle regioni più dinamiche del mondo. Stiamo intensificando i legami politici e economici con gli amici e i partner che, come noi, credono in un commercio aperto, reciproco e basato su norme. È un altro accordo commerciale vantaggioso per entrambe le parti negoziato dall’Unione europea, che creerà nuove opportunità per i produttori, i lavoratori, gli agricoltori e i consumatori europei, promuovendo al contempo la cooperazione e il multilateralismo.

La Commissaria responsabile per il Commercio, Cecilia Malmström, ha dichiarato: “In tempi di incertezza abbiamo più che mai bisogno di accordi come questi, che contribuiranno alla prosperità dell’Europa e di Singapore rilanciando i nostri scambi e rafforzando una relazione già essenziale. Gli accordi andranno a vantaggio dei lavoratori e degli agricoltori, nonché delle piccole e grandi imprese di entrambe le parti. Tali accordi prevedono un forte impegno a favore dei diritti umani e del lavoro e della tutela dell’ambiente. Rappresentano un ulteriore segnale del fatto che un commercio mondiale aperto, equo e basato su norme è destinato a durare.

Singapore è di gran lunga il principale partner commerciale dell’UE nella regione del sud-est asiatico, con scambi bilaterali di merci per un valore complessivo di oltre 53 miliardi di € e scambi di servizi per 51 miliardi di €. Oltre 10 000 imprese dell’UE si sono stabilite a Singapore e utilizzano questo presidio per servire l’intera regione del Pacifico. Singapore è inoltre al primo posto nella classifica relativa agli investimenti europei in Asia, con una crescita molto rapida negli ultimi anni: nel 2017 il complesso degli investimenti bilaterali ha raggiunto i 344 miliardi di €.

Nell’ambito dell’accordo commerciale, Singapore sopprimerà tutti i dazi rimanenti sui prodotti dell’UE e si impegnerà a mantenere invariato l’attuale accesso in esenzione da dazi per tutti gli altri prodotti dell’UE. L’accordo schiude inoltre nuove opportunità ai prestatori di servizi dell’UE in settori quali, tra gli altri, le telecomunicazioni, i servizi ambientali, l’ingegneria, il calcolo e il trasporto marittimo, e renderà il contesto imprenditoriale più prevedibile. Singapore ha inoltre accettato di sopprimere, oltre ai dazi, le barriere commerciali in settori chiave, ad esempio riconoscendo le prove di sicurezza dell’UE per le automobili e numerosi apparecchi elettronici o accettando le etichette che le imprese dell’UE utilizzano per i tessili.

L’accordo sulla protezione degli investimenti garantirà un elevato livello di protezione degli investimenti, salvaguardando nel contempo i diritti dell’UE e di Singapore a legiferare e perseguire obiettivi di politica pubblica quali la protezione della salute pubblica, della sicurezza e dell’ambiente. L’accordo sostituirà 12 trattati bilaterali di investimento esistenti tra i membri dell’UE e Singapore, introducendo un moderno quadro comune per la protezione degli investimenti dotato di un sistema giurisdizionale equilibrato per la risoluzione delle controversie in materia di investimenti.

Entrambi gli accordi consentono all’UE di compiere un importante passo in avanti nella definizione di norme e di standard elevati per i suoi scambi e investimenti con il sud-est asiatico, una regione in rapida crescita. Gli accordi offrono enormi opportunità economiche, salvaguardando pienamente i servizi pubblici e il diritto delle parti a legiferare. L’accordo commerciale contiene anche un ampio capo sul commercio e sullo sviluppo sostenibile, che fissa gli standard più elevati in materia di lavoro, sicurezza, tutela dell’ambiente e dei consumatori per quanto riguarda gli scambi e gli investimenti tra le parti, oltre a rafforzare le iniziative congiunte nell’ambito dello sviluppo sostenibile e dei cambiamenti climatici.

Accordo di partenariato e di cooperazione

L’Alta rappresentante dell’Unione per gli Affari esteri e la politica di sicurezza e Vicepresidente della Commissione europea, Federica Mogherini, ha dichiarato:Il voto nettamente favorevole espresso oggi in seno al Parlamento europeo è una buona notizia per il rafforzamento delle nostre reazioni con Singapore. Nel mondo di oggi bisogna avere partner che condividono gli stessi principi. Il nostro nuovo accordo ci consentirà di integrare ciò che abbiamo già fatto e di fare insieme ancora di più per raggiungere i nostri obiettivi comuni, sia nell’ambito dell’agenda bilaterale sia per affrontare le sfide globali.”

L’accordo di partenariato e di cooperazione consolida le relazioni esistenti tra l’Unione europea e Singapore e si basa su un impegno comune a favore del multilateralismo e di un ordine internazionale basato su norme. Tale accordo costituirà la base per un più efficace impegno bilaterale tra l’UE e i suoi Stati membri e Singapore, rafforzando il dialogo politico e intensificando la cooperazione in un’ampia gamma di settori, tra cui lo sviluppo sostenibile, la democrazia e le libertà fondamentali, la giustizia, la sicurezza, la connettività, i legami interpersonali, la società dell’informazione, l’istruzione e gli scambi culturali, nonché l’occupazione e gli affari sociali. L’accordo ci permetterà di rafforzare la cooperazione scientifica e tecnologica in settori quali l’energia, l’ambiente, la lotta ai cambiamenti climatici, la protezione delle risorse naturali, le città intelligenti e i trasporti. Esso potenzierà la cooperazione sulle sfide globali, in cui Singapore e l’UE svolgeranno un ruolo sempre più importante, e consentirà di intervenire in modo più coerente.

I negoziati per l’accordo di partenariato e di cooperazione sono iniziati nel 2005 e l’Alta rappresentante e Vicepresidente Federica Mogherini e il suo omologo, il ministro degli Affari esteri di Singapore, Vivian Balakrishnan, hanno firmato l’accordo a latere del vertice ASEM del 19 ottobre 2018. Prima di poter entrare in vigore, l’accordo di partenariato e di cooperazione dovrà essere ratificato da tutti gli Stati membri.

Prossime tappe

L’UE e Singapore hanno firmato l’accordo commerciale e l’accordo sugli investimenti il 19 ottobre 2018. Dopo il voto odierno, l’accordo commerciale potrebbe quindi entrare in vigore una volta che Singapore avrà ultimato le proprie procedure interne ed entrambe le parti avranno espletato le ultime formalità. Prima di poter entrare in vigore, l’accordo sulla protezione degli investimenti dovrà inoltre essere ratificato da tutti gli Stati membri dell’UE secondo le rispettive procedure nazionali.

Una volta attuati, gli accordi saranno il primo elemento costitutivo di un futuro accordo interregionale in materia di scambi e di investimenti tra l’UE e l’intera regione dell’ASEAN.

Per ulteriori informazioni

NOTA: accordo commerciale e accordo sugli investimenti UE-Singapore: elementi chiave

Schede tematiche

Mappa delle imprese dell’UE che svolgono attività commerciali con Singapore

Impatto dell’accordo per ciascuno Stato membro: AustriaBelgioBulgariaCechiaCiproCroaziaDanimarcaEstoniaFinlandiaFranciaGermaniaGreciaIrlandaItaliaLettoniaLituaniaLussemburgoMaltaPaesi BassiPoloniaPortogalloRegno UnitoRomaniaSlovacchiaSloveniaSpagnaSveziaUngheria

Storie di esportatori

Testi dell’accordo sul commercio e dell’accordo sugli investimenti

Maggiori informazioni sugli accordi UE-Singapore

Sito web della delegazione dell’UE a Singapore

Scheda informativa sulle relazioni UE-ASEAN

 

seguici e metti mi piace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *