Ue - Cittadini

Temi della settimana a Bruxelles: conciliazione tra vita privata e lavoro, copyright

Sharing is caring!

Migliore equilibrio tra vita privata e lavoro, tutela dei diritti dei creativi e lotta all’evasione fiscale, questa l’agenda della settimana del Parlamento.

Tutti gli appuntamenti per questa ultima settimana di febbraio 2019 del Parlamento europeo, dalla legge sul copyright all'equilibrio tra vita privata e lavoro, fino all'evasione fiscale.   
Questa settimana a Bruxelles: equilibrio vita privata e lavoro, evasione fiscale e legge sul copyright digitale

Lotta contro le frodi e l’evasione fiscale

Dopo un’inchiesta di 12 mesi in cui si sono tenute anche delle audizioni con i ministri delle finanze e le autorità nazionali, la Commissione speciale sull’evasione fiscale vota mercoledì 27 febbraio le sue raccomandazioni finali.

Copyright

Martedì 26 febbraio la Commissione giuridica vota l’accordo raggiunto tra i negoziatori del Parlamento europeo e del Consiglio sulle nuove norme sul copyright. Le nuove norme mirano ad assicurare che i diritti e gli obblighi previsti dalle norme sul copyright vengano rispettati anche online e che i creativi abbiano maggiore potere contrattuale nei confronti delle grandi piattaforme sulle quali il loro lavoro viene presentato e condiviso.

Equilibrio vita privata e lavoro

Martedì 26 febbraio la Commissione per l’occupazione e gli affari sociali vota le nuove misure per l’equilibrio tra vita e privata e lavoro per impostare dei requisiti minimi per ogni stato membro. L’obiettivo di queste misure è di rafforzare il ruolo delle donne nei luoghi di lavoro e dare più possibilità di cura ai padri (o alle altre figure genitoriali).

Conferenza sull’abolizione della pena di morte

Mercoledì 27 febbraio il Parlamento europeo ospita la cerimonia d’apertura del Congresso mondiale contro la pena di morte, il principale evento abolizionista mondiale. L’evento è organizzato dalla ECPM (Insieme contro la pena di morte) e riunisce più di mille parti interessate da oltre 140 paesi.

seguici e metti mi piace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *