Ue - Cittadini

La Commissione presenta 4 progetti pilota per rafforzare la capacità di cibersicurezza dell’UE

Sharing is caring!

cybersecurity_250.jpg
La Commissione europea investe oltre 63,5 milioni di euro in quattro progetti pilota per gettare le basi per la costituzione di una una rete europea di centri con competenze nel settore della cibersicurezza che contribuirà a rafforzare la ricerca e il coordinamento della cibersicurezza nell’UE.

I quattro progetti pilota CONCORDIAECHOSPARTA e CyberSec4Europe hanno il compito di elaborare una tabella di marcia comune europea per la ricerca e l’innovazione in materia di cibersicurezza dopo il 2020 e una strategia europea sulla cibersicurezza per l’industria.

Mariya Gabriel, Commissaria per l’Economia e la società digitali, ha dichiarato: “Contiamo su CONCORDIA, ECHO, SPARTA e CyberSec4Europe per aiutarci a mettere in comune le competenze europee in materia di cibersicurezza e a preparare il quadro europeo della cibersicurezza al fine di attuare efficacemente la nostra visione di un’Europa digitale più sicura. Questi progetti aiuteranno l’UE a definire, testare e attuare il modello di governance di una rete europea di competenze sulla cibersicurezza formata da centri di eccellenza in questo campo”.

I progetti pilota erano stati annunciati a settembre 2017 insieme a un’ampia gamma di misure per dotare l’Europa degli strumenti adeguati per difendersi dagli attacchi informatici e costruire una cibersicurezza forte nell’UE. Nel 2018 la Commissione ha organizzato un apposito bando nel quadro di Orizzonte 2020 per selezionare i progetti pilota, che coinvolgono 160 partner, tra cui grandi imprese, PMI, università e istituti di ricerca sulla cibersicurezza di 26 Stati membri dell’UE.

Ulteriori informazioni sui quattro progetti pilota sono disponibili online.

 

seguici e metti mi piace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *