Ue - Cittadini

Accordi commerciali dell’UE: offrire nuove opportunità in un’epoca di incertezze economiche globali

Sharing is caring!

commercio

Nonostante il difficile clima economico globale, le imprese europee hanno continuato a fare buon uso delle opportunità generate dalla rete commerciale dell’Unione europea, che è la più grande al mondo.

Nel 2018 tale rete copriva il 31% degli scambi commerciali dell’Europa e, secondo la relazione annuale della Commissione europea sull’attuazione degli accordi commerciali pubblicata oggi, questo dato è destinato ad aumentare in modo significativo (fino a sfiorare il 40%) man mano che entreranno in vigore altri accordi commerciali. Il commercio rappresenta complessivamente il 35% del prodotto interno lordo (PIL).

Nel 2018 gli scambi tra l’UE e i suoi partner di accordi commerciali hanno registrato sviluppi positivi, con una crescita costante delle esportazioni e delle importazioni pari rispettivamente al 2% e al 4,6% e con ottimi risultati delle esportazioni agroalimentari dell’UE. Commentando la relazione, la Commissaria per il Commercio Cecilia Malmström ha dichiarato: “Gli accordi commerciali offrono alle imprese europee opportunità per crescere e creare occupazione. La relazione odierna mostra che, nel complesso, gli scambi sono in aumento e il nostro commercio mondiale è oggetto in misura crescente di accordi preferenziali. Le nostre esportazioni di prodotti alimentari e bevande in particolare sono in piena espansione grazie alle tariffe più basse e alla protezione giuridica di cui godono all’estero prodotti artigianali dell’UE come lo Champagne e la Feta. La relazione fornisce anche elementi a riprova del fatto che l’attenzione verso il commercio e lo sviluppo sostenibile sta dando i suoi frutti. Abbiamo inoltre adottato una serie di misure senza precedenti al fine di garantire il rispetto degli impegni assunti dai nostri partner commerciali nell’ultimo anno, in particolare per quanto riguarda i diritti dei lavoratori. Naturalmente c’è ancora molto da fare; ma comunicando questi dati al grande pubblico ci auguriamo di poter avviare una discussione su più vasta scala per far sì che il maggior numero possibile di cittadini tragga vantaggio dagli accordi commerciali.

Il testo integrale del comunicato stampa, una scheda informativa e il documento di lavoro dei servizi della Commissione sono disponibili online.

seguici e metti mi piace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *