Ue - Ambiente

Politica di coesione dell’UE: oltre 1,4 miliardi di € per progetti verdi in 7 Stati membri

Sharing is caring!

lavoratori_green

 

La Commissione europea ha approvato oggi un pacchetto di investimenti del valore di oltre 1,4 miliardi di € per 14 grandi progetti infrastrutturali in 7 Stati membri, vale a dire Cechia, Croazia, Polonia, Portogallo, Romania, Spagna e Ungheria.

 

 

 

La Commissione europea ha approvato oggi un pacchetto di investimenti del valore di oltre 1,4 miliardi di € per 14 grandi progetti infrastrutturali in 7 Stati membri, vale a dire Cechia, Croazia, Polonia, Portogallo, Romania, Spagna e Ungheria. I progetti riguardano diversi settori chiave quali l’ambiente, la salute, i trasporti e l’energia per un’Europa più intelligente e a basse emissioni di carbonio: si tratta di un investimento enorme per stimolare l’economia, proteggere l’ambiente e migliorare la qualità della vita e il benessere sociale dei cittadini.

La Commissaria per la Coesione e le riforme, Elisa Ferreira, ha dichiarato: “In un momento così difficile per l’Europa, è essenziale che la politica di coesione continui a svolgere il suo ruolo di sostegno dell’economia a vantaggio dei cittadini. L’adozione odierna di grandi progetti mostra che i finanziamenti dell’UE, in particolare la politica di coesione, forniscono risultati concreti, sostenendo regioni e città a diventare luoghi più sicuri, più puliti e più confortevoli per i cittadini e le imprese. Molti dei progetti approvati contribuiscono anche a realizzare gli obiettivi del Green Deal europeo. Quando la Commissione europea, gli Stati membri e le regioni uniscono le forze possiamo conseguire grandi risultati.”

Migliorare la rete ferroviaria della Croazia

Oltre 119 milioni di € del Fondo di coesione finanzieranno l’acquisto di 21 nuovi treni elettrici per migliorare la qualità del servizio, ridurre i ritardi e incoraggiare un maggior numero di persone a utilizzare un tipo di trasporto sostenibile. Il progetto contribuirà all’ammodernamento del materiale rotabile del paese e al potenziamento della connettività e della mobilità, con effetti positivi sull’economia. I tempi di percorrenza, il rumore, le vibrazioni e i costi di gestione saranno ridotti e nel contempo aumenterà la sicurezza.

Fornitura di energia più affidabile ed efficiente in Cechia

Grazie a un investimento di quasi 37 milioni di € a titolo del Fondo europeo di sviluppo regionale, verrà costruito un nuovo elettrodotto a doppia terna efficiente e affidabile tra Přeštice e Vítkov, nelle regioni di Plzeň e Karlovy Vary, in Cechia. Oltre a essere un’infrastruttura fondamentale di collegamento tra i sistemi energetici di diversi paesi dell’UE, questo progetto aumenterà la sicurezza energetica e la produzione di energia rinnovabile. Diminuiranno inoltre i blackout regionali e i guasti della rete elettrica.

Aumento della sicurezza idraulica e migliore gestione sostenibile dell’acqua in Ungheria

Oltre 49 milioni di € del Fondo di coesione aumenteranno la sicurezza idraulica per i cittadini e l’economia della valle del fiume Tibisco, in particolare a fronte delle alluvioni estreme degli ultimi decenni.

Quasi 96 milioni di € del Fondo di coesione proteggeranno inoltre più di 132 000 persone dal rischio di alluvioni nell’alto Tibisco. Questo progetto comprende anche il miglioramento della gestione sostenibile delle risorse idriche, sostenendo in tal modo l’economia basata sull’acqua.

Energia pulita e migliori servizi di trasporto in Polonia

Nella Polonia settentrionale e nord-occidentale saranno costruiti un elettrodotto e sottocentrali elettriche grazie a un investimento dell’UE di oltre 54 milioni di € provenienti dal Fondo di coesione. Il progetto, che interesserà un’area di quasi 380 km2, sosterrà la produzione e la distribuzione di energia pulita e sicura, come anche la riduzione delle emissioni di gas serra e dell’inquinamento atmosferico.

Quasi 85 milioni di € del Fondo europeo di sviluppo regionale saranno inoltre destinati a migliorare il trasporto pubblico di Olsztyn mediante l’ampliamento delle linee esistenti di tram e autobus e l’installazione di un sistema di trasporto intelligente. In questo modo un maggior numero di persone sarà incoraggiato a utilizzare i trasporti pubblici e si ridurrà il traffico, con effetti positivi sull’ambiente urbano.

Il Fondo di coesione investirà oltre 38 milioni di € per modernizzare la rete tranviaria di Bydgoszcz, nella regione della Cuiavia-Pomerania. Grazie a questo progetto, circa 350 000 cittadini godranno di maggiore comodità e accessibilità per le persone a mobilità ridotta e di una riduzione del traffico e delle emissioni di gas a effetto serra.

Con un investimento di oltre 76 milioni di € provenienti dal Fondo europeo di sviluppo regionale, la Polonia modernizzerà inoltre quattro linee ferroviarie per una lunghezza complessiva di quasi 52 km nella regione della Slesia. Ciò consentirà di ridurre i tempi di percorrenza e l’inquinamento atmosferico garantendo nel contempo maggiori interoperabilità e sicurezza ferroviarie.

Miglioramento del trasporto pubblico in Portogallo

Il Fondo di coesione investirà 107 milioni di € per potenziare il sistema della metropolitana di Porto. Ciò renderà il trasporto pubblico della città più attraente, ridurrà il traffico e l’inquinamento e garantirà ai passeggeri viaggi più sicuri, più rapidi e più confortevoli.

Accesso ad acqua pulita e migliore assistenza sanitaria in Romania

486,6 milioni di € del Fondo di coesione garantiranno l’accesso a un migliore approvvigionamento di acqua potabile e un’adeguata depurazione delle acque per oltre 400 000 persone nella Romania sud-occidentale e impediranno la contaminazione delle acque sotterranee per 220 000 abitanti nel nord-est del distretto di Suceava.

L’UE investirà inoltre 47 milioni di € del Fondo europeo di sviluppo regionale per migliorare la qualità e l’efficienza dei servizi medici nella regione nord-orientale. Grazie a questo investimento, che andrà a beneficio di 90 000 abitanti, i pazienti riceveranno cure di elevata qualità e si ridurranno il numero di morti e i casi di disabilità a lungo termine.

Un migliore collegamento ferroviario nel corridoio atlantico

Il Fondo europeo di sviluppo regionale investirà 265 milioni di € per migliorare oltre 178 km di collegamento ferroviario nei 715 km della linea ad alta velocità Madrid-Lisbona e, in particolare, nell’Estremadura. Ciò andrà a vantaggio del trasporto a lunga distanza di merci e passeggeri, con benefici economici e ambientali. Il progetto rientra nell’ambito del corridoio Atlantico della rete TEN-T che collega l’Europa sud-occidentale con il resto dell’UE.

Contesto

I grandi progetti sono investimenti su larga scala della politica di coesione, ciascuno dei quali del valore di oltre 50 milioni di €. Dato l’elevato contributo finanziario dell’UE, erogato tramite il Fondo europeo di sviluppo regionale o il Fondo di coesione, tali progetti sono sottoposti a una procedura di valutazione specifica e a una decisione finale della Commissione europea.

Nel periodo di programmazione dell’UE 2014-2020, 310 grandi progetti hanno già ricevuto il sostegno della politica di coesione.

JASPERS (Assistenza congiunta ai progetti nelle regioni europee), il gruppo di esperti indipendenti che aiutano le amministrazioni locali, regionali e nazionali nella preparazione dei grandi progetti infrastrutturali finanziati dai fondi UE, ha svolto un ruolo importante in ciascuno di questi progetti fornendo consulenza agli Stati membri e ai beneficiari durante la fase di sviluppo del progetto o nella fase di valutazione della domanda di sovvenzione.

Per ulteriori informazioni

Scheda informativa sui grandi progetti 

Immagini per paese dei grandi progetti adottati 

Schede per paese sui grandi progetti adottati

Banca dati sui grandi progetti

Grandi progetti nella piattaforma Open Data dei Fondi strutturali e d’investimento europei

seguici e metti mi piace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *