Ue - Giovani

La Commissaria Ferreira dialoga con i giovani sul futuro della cooperazione europea

Sharing is caring!

interreg30

 

 

 

Domani, 23 giugno, la Commissaria per la Coesione e le riforme Elisa Ferreira parteciperà a un dialogo online con i giovani di tutta Europa per conoscere le loro opinioni sul futuro della cooperazione europea.

 

 

 

 

Considerato che quest’anno ricorre il 30° anniversario di Interreg e che il nuovo periodo di programmazione 2021-2027 dell’UE è alle porte, i giovani potranno condividere le loro opinioni su come migliorare la politica di cooperazione e su quale dovrebbe essere il loro ruolo nel processo di elaborazione delle politiche di Interreg. Le idee raccolte saranno riportate nel “Manifesto dei giovani per i giovani per definire la politica di cooperazione europea”, che sarà presentato ai responsabili politici nella sessione dedicata ai giovani nel corso dell’evento annuale di Interreg che si terrà il 15 ottobre.

La Commissaria per la Coesione e le riforme Elisa Ferreira ha dichiarato: “Il coinvolgimento dei giovani nella definizione delle politiche di Interreg è un fulgido esempio di democrazia ben funzionante ed efficace. Questo evento e il manifesto dimostrano che l’UE è aperta ad ascoltare i cittadini, già dalla giovane età, ed è pronta ad esaminare le loro esigenze e ad accogliere i loro desiderata. L’obiettivo della politica di coesione, e in questo caso di Interreg, è di ottenere risultati tangibili che soddisfino le aspettative dei cittadini in termini di beneficiare della migliore qualità di vita possibile.”

“Giovani”, “verde” e “vicini” sono i tre temi principali della campagna celebrativa per i 30 anni di Interreg, che si svolge nel corso dell’intero 2020 sia sui social media che con eventi e mostre virtuali e in presenza. Riguardo al tema “giovani”, si è scelto di sottolineare il ruolo di Interreg per questo gruppo e di coinvolgere le giovani generazioni nella definizione del futuro dei programmi di cooperazione europea.

seguici e metti mi piace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *