Ue - Ambiente

Aiuti di Stato: la Commissione approva un regime italiano da €1,2 miliardi a sostegno delle imprese attive nell’agricoltura, nella silvicoltura, nella pesca, nell’acquacoltura e in settori correlati

Sharing is caring!

agricoltura

 

 

 

La Commissione europea ha approvato un regime italiano da €1,2 miliardi a sostegno delle imprese attive nell’agricoltura, nella silvicoltura, nella pesca, nell’acquacoltura e in settori correlati colpite dalla pandemia di coronavirus.

 

 

 

La Commissione europea ha approvato un regime italiano da €1,2 miliardi a sostegno delle imprese attive nell’agricoltura, nella silvicoltura, nella pesca, nell’acquacoltura e in settori correlati colpite dalla pandemia di coronavirus.

Il regime è stato approvato a norma del quadro temporaneo per le misure di aiuti di Stato. Il sostegno assumerà la forma di sovvenzioni dirette, anticipi rimborsabili, agevolazioni fiscali, riduzione o cancellazione del pagamento dei contributi sociali e previdenziali, cancellazione dei debiti e altre agevolazioni di pagamento.

Il regime sarà accessibile alle imprese di tutte le dimensioni attive nell’agricoltura, nella silvicoltura, nella pesca, nell’acquacoltura e in altri settori correlati, come l’agriturismo, la produzione e commercializzazione di prodotti alimentari, il catering e le fattorie didattiche. Si prevede che 1 000 imprese beneficeranno della misura. Lo scopo del regime è far fronte al fabbisogno di liquidità di queste imprese e aiutarle a proseguire le loro attività durante e dopo la pandemia.

La Commissione ha constatato che il regime italiano è in linea con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo. In particolare, l’aiuto non supererà i €100 000 per impresa operante nel settore agricolo primario, i €120 000 per impresa operante nel settore della pesca e dell’acquacoltura e gli €800 000 per impresa operante in tutti gli altri settori ammissibili. Ad eccezione delle microimprese e delle piccole imprese, le imprese che erano già in difficoltà il 31 dicembre 2019 non sono ammissibili agli aiuti nel quadro di questo regime.

La Commissione ha constatato che la misura è necessaria, opportuna e proporzionata per porre rimedio a un grave turbamento dell’economia di uno Stato membro, in linea con l’articolo 107, paragrafo 3, lettera b), del TFUE e con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo. Su tale base, la Commissione ha approvato le misure in conformità alle norme UE sugli aiuti di Stato.

Maggiori informazioni sul quadro temporaneo e sulle altre azioni della Commissione per far fronte all’impatto economico della pandemia di coronavirus sono disponibili qui. La versione non riservata della decisione sarà consultabile con il numero SA.57947 nel registro degli aiuti di Stato sul sito web della DG Concorrenza della Commissione una volta risolte eventuali questioni di riservatezza.

seguici e metti mi piace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *