Ue - Ambiente

Mediterraneo e Mar Nero: le proposte della Commissione sulle possibilità di pesca per il 2021

Sharing is caring!

foto pesci nel mare

 

 

La Commissione ha adottato oggi una proposta relativa alle possibilità di pesca per il 2021 nel Mar Mediterraneo e nel Mar Nero. Proponendo un contingente di pesca per alcuni stock ittici, la Commissione mantiene gli impegni politici assunti nella dichiarazione MedFish4ever e nelle dichiarazioni di Sofia per promuovere la gestione sostenibile degli stock ittici nel Mediterraneo e nel Mar Nero.

 

Per quanto riguarda il Mediterraneo, la proposta attua il piano di gestione pluriennale per gli stock demersali nel Mediterraneo occidentale, riaffermando l’impegno politico a ridurre ulteriormente lo sforzo di pesca nella zona fino al 40 % in cinque anni (2020-2024). Comprende inoltre, in particolare, misure per l’anguilla, il corallo rosso, la lampuga, le piccole specie pelagiche e gli stock demersali nell’Adriatico nonché gli stock di gamberetti rossi di acque profonde nel Mar Ionio, nel mare di Levante e nello stretto di Sicilia, in linea con le decisioni della Commissione generale per la pesca nel Mediterraneo (CGPM).

Per il Mar Nero sono stati proposti limiti di cattura e contingenti per il rombo chiodato e lo spratto. Per il rombo chiodato, la proposta recepirà la quota UE decisa nel contesto della revisione del piano di gestione pluriennale della CGPM. Per lo spratto, la Commissione propone di mantenere lo stesso limite di cattura previsto per il 2020. Gli Stati membri dovrebbero decidere in merito alla proposta in seno al Consiglio “Agricoltura e pesca” di novembre e il contingente dovrà essere applicato a partire dal 1º gennaio 2021. Per maggiori informazioni cliccare qui.

seguici e metti mi piace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *