Ue - Ambiente

La Commissione apre una consultazione pubblica sul governo societario sostenibile per promuovere il comportamento responsabile e sostenibile a lungo termine delle imprese

Sharing is caring!

mani_con_soldi_e_pianta

Come annunciato nel Green Deal europeo, è necessario integrare maggiormente la sostenibilità nel quadro del governo societario, poiché ancora oggi molte imprese si concentrano eccessivamente sui risultati finanziari a breve termine anziché sullo sviluppo e la sostenibilità a lungo termine.

Quale attività di follow up e come previsto nel suo programma di lavoro per il 2021, la Commissione ha annunciato un’iniziativa sul governo societario sostenibile per promuovere il comportamento responsabile e sostenibile a lungo termine delle imprese. L’iniziativa si basa anche sul lavoro svolto nel quadro della finanza sostenibile. La consultazione, che si apre oggi, chiede come potrebbe configurarsi un intervento dell’UE volto ad aiutare le imprese a modificare il modo in cui operano per andare verso un’economia più sostenibile e a garantire che le strategie aziendali tengano conto degli impatti ambientali e sociali.

Didier Reynders, Commissario per la Giustizia, ha dichiarato: “Il governo societario sostenibile può essere un elemento di svolta del modo in cui le imprese operano lungo le catene di approvvigionamento. Stiamo introducendo nuove norme relative alla condotta negli affari per le generazioni future. Invito pertanto tutte le parti interessate a partecipare e a condividere le loro opinioni. I risultati della consultazione pubblica contribuiranno a definire la proposta che presenteremo nel 2021. Il governo sostenibile è un contributo importante agli obiettivi del Green Deal europeo e sarà fondamentale per la sostenibilità, la competitività e la resilienza a lungo termine delle imprese, nonché per la tutela dei diritti umani e per i nostri impegni internazionali, quali gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e gli obiettivi dell’accordo di Parigi sul clima.

La consultazione integrerà i risultati di due studi, uno sui requisiti di dovuta diligenza lungo la catena di approvvigionamento e l’altro sugli obblighi degli amministratori e sulla governance societaria sostenibile.

seguici e metti mi piace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *