Ue - Cittadini

Coronavirus: €128 milioni alla ricerca per rispondere ai bisogni impellenti e far fronte all’impatto socioeconomico della pandemia

Sharing is caring!

risposta ue al coronavirus

A seguito dell’annuncio dei progetti selezionati dell’agosto scorso, la Commissione ha firmato le convenzioni di sovvenzione, nel quadro di Orizzonte 2020, di 23 nuovi progetti di ricerca, che riceveranno complessivamente €128 milioni per far fronte alla pandemia di coronavirus e ai suoi effetti.

I finanziamenti consentiranno ulteriori ricerche per rafforzare e adattare la capacità industriale alla produzione e alla diffusione di attrezzature mediche come i ventilatori; per prevenire e curare il coronavirus; per sviluppare tecnologie mediche e strumenti digitali come i sistemi diagnostici portatili; per comprendere meglio l’impatto sociale della pandemia, ad esempio sui gruppi vulnerabili ed emarginati; e per apprendere da grandi gruppi di pazienti (coorti) in tutta Europa al fine di migliorare le terapie. I progetti coinvolgono 344 gruppi di ricerca da 39 paesi, compresi 32 partecipanti da 15 paesi extra-UE.

Mariya Gabriel, Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani, ha dichiarato: “Questa ricerca è essenziale per affrontare meglio vari aspetti di questa pandemia e di quelle future, perché ci consente di aumentare la capacità di reagire più rapidamente per prevenire i contagi, di migliorare la diagnosi e la cura e di adottare misure di mitigazione migliori, che tengano conto degli aspetti comportamentali, sociali ed economici, comprese le questioni di genere.

Thierry Breton, Commissario per il Mercato interno, ha aggiunto: “Le tecnologie digitali sono essenziali per rispondere a questa improvvisa e grave minaccia per la salute. Sostenendo finanziariamente questi progetti eccellenti che mettono gli strumenti digitali e l’intelligenza artificiale al centro dei loro approcci innovativi, forniamo soluzioni nuove per proteggere gli operatori sanitari, individuare e prevenire rapidamente la diffusione della Covid-19 e migliorare le terapie intensive, il tutto per contribuire alla lotta comune contro questa pandemia.”

Il finanziamento nel quadro di Orizzonte 2020, il programma di ricerca e innovazione dell’UE, rientra nell’impegno della Commissione a contribuire con €1,4 miliardi alla risposta globale al coronavirus, l’iniziativa avviata dalla Presidente von del Leyen lo scorso maggio, e integra gli sforzi profusi per sviluppare strumenti diagnostici, terapie e un vaccino. Fa anche parte del contributo dell’UE alla collaborazione mondiale sull’acceleratore per l’accesso agli strumenti Covid-19 (ACT), volto a velocizzare lo sviluppo, la produzione e l’accesso equo ai test, alle terapie e ai vaccini contro il coronavirus. Maggiori informazioni sui progetti selezionati sono disponibili qui e in questa scheda informativa.

seguici e metti mi piace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *