Ue - Cittadini

Bilancio dell’UE: la Commissione europea accoglie con favore l’adozione del bilancio a lungo termine dell’UE per il 2021-2027

Sharing is caring!

eu_budget

 

 

 

La Commissione europea accoglie con favore la decisione del Consiglio di adottare il prossimo bilancio a lungo termine per il periodo 2021-2027, che costituisce la fase finale del processo di adozione. Con questa decisione sono state soddisfatte tutte le condizioni affinché il prossimo quadro finanziario pluriennale entri in vigore il 1º gennaio 2021. Nei prossimi 7 anni vengono così messi a disposizione dei beneficiati dei finanziamenti dell’UE 1 074 miliardi di € (a prezzi 2018).

 

La Commissione europea accoglie con favore la decisione del Consiglio di adottare il prossimo bilancio a lungo termine per il periodo 2021-2027, che costituisce la fase finale del processo di adozione. Con questa decisione sono state soddisfatte tutte le condizioni affinché il prossimo quadro finanziario pluriennale entri in vigore il 1º gennaio 2021. Nei prossimi 7 anni vengono così messi a disposizione dei beneficiati dei finanziamenti dell’UE 1 074 miliardi di € (a prezzi 2018).

 

Allo stesso tempo proseguono i lavori per completare NextGenerationEU, lo strumento temporaneo per la ripresa istituito per alimentare la ripresa dell’Europa dalla crisi COVID-19. Una volta adottato, il pacchetto da 1 800 miliardi di € (a prezzi 2018) sarà il più grande mai finanziato dal bilancio dell’UE.

Con le risorse di NextGenerationEU e del bilancio a lungo termine, l’UE sosterrà i cittadini, le imprese e le regioni più colpite dalla crisi del coronavirus. Il pacchetto fornirà un importante contributo alla ricostruzione di un’Europa post-COVID-19 più verde, digitale, resiliente e adeguata alle sfide presenti e future.

La Commissione europea potrà iniziare a impegnare i fondi a titolo del prossimo bilancio a lungo termine già a partire dal 1º gennaio 2021, in seguito all’adozione della pertinente legislazione settoriale e del bilancio annuale per il 2021 da parte del Parlamento europeo e del Consiglio. Maggiori informazioni sono disponibili nel comunicato stampa e nelle domande e risposte.

seguici e metti mi piace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *