Ue - Cittadini

Concentrazioni: la Commissione autorizza la concentrazione tra Fiat Chrysler Automobiles N.V. e Peugeot S.A. a determinate condizioni

Sharing is caring!

FCA_logo

 

 

 

A norma del regolamento UE sulle concentrazioni, la Commissione europea ha autorizzato il progetto di concentrazione tra le società automobilistiche Fiat Chrysler Automobiles N.V. (“FCA”) e Peugeot S.A. (“Peugeot”). L’autorizzazione è subordinata al pieno rispetto di una serie di impegni proposti dalle due società.

 

 

 

La decisione odierna fa seguito a un’indagine approfondita della Commissione sulla proposta di concentrazione che riunisce FCA e Peugeot, due grandi società automobilistiche di livello mondiale. A seguito dell’indagine, la Commissione ha espresso il timore che l’operazione, quale inizialmente presentata, potesse incidere negativamente sulla concorrenza nel mercato dei veicoli commerciali leggeri di piccole dimensioni in 9 Stati membri del SEE, nei quali le due società detengono quote di mercato combinate elevate o molto elevate e sono concorrenti particolarmente strette. L’acquisizione avrebbe quindi probabilmente comportato prezzi più elevati per i clienti.

Per rispondere alle preoccupazioni della Commissione, FCA e Peugeot hanno proposto i seguenti impegni, volti ad agevolare l’ingresso e l’espansione sul mercato: una proroga dell’accordo di cooperazione attualmente in vigore tra Peugeot e Toyota Motor Europe (“Toyota”) per i veicoli commerciali leggeri di piccole dimensioni, in base al quale Peugeot produce veicoli venduti da Toyota con il marchio di quest’ultima principalmente nell’Unione europea; e ii) una modifica degli accordi per la riparazione e la manutenzione delle autovetture e dei veicoli commerciali leggeri esistenti tra Peugeot, FCA e le loro reti di riparazione, al fine di agevolare l’accesso dei concorrenti alle reti di riparazione e manutenzione delle due società per i veicoli commerciali leggeri.

La combinazione di questi impegni consente di mantenere una concorrenza effettiva sul mercato dopo l’operazione e quindi di risolvere pienamente tutti i problemi di concorrenza evidenziati dalla Commissione, la quale ha pertanto concluso che l’operazione, così come modificata dagli impegni, non solleverebbe più problemi dal punto di vista della concorrenza. Tale decisione è subordinata al pieno rispetto degli impegni.

Margrethe Vestager, Vicepresidente esecutiva responsabile della politica di concorrenza, ha dichiarato: “L’accesso a un mercato competitivo per i veicoli commerciali leggeri è importante per molti lavoratori autonomi e piccole e medie imprese in tutta Europa. Possiamo autorizzare la fusione tra Fiat Chrysler e Peugeot perché i loro impegni agevoleranno l’ingresso e l’espansione sul mercato di questo tipo di veicoli. Negli altri mercati in cui i due costruttori di automobili sono attivi, la concorrenza rimarrà forte dopo la concentrazione.” Il comunicato stampa è disponibile online

seguici e metti mi piace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *