Ue - Cittadini

Pluralismo dei media: la Commissione pubblica un bando di gara per mappare norme e approcci a sostegno della pluralità dei media e della diversità culturale

Sharing is caring!

giornale

La Commissione ha indetto una gara d’appalto per mappare le norme e gli approcci esistenti a sostegno della pluralità dei media e della diversità culturale, in particolare per quanto riguarda l’importanza dei contenuti di interesse generale.

 

Lo studio fornirà alla Commissione, agli Stati membri e alle autorità nazionali di regolamentazione un’analisi completa che potrebbe sostenere approcci comuni sull’importanza dei contenuti di interesse generale, come annunciato in dicembre nel piano d’azione per i media e l’audiovisivo e nel piano d’azione per la democrazia europea.

Lo studio fornirà inoltre una panoramica dettagliata della distribuzione degli introiti pubblicitari relativi ai contenuti mediatici, sia online sia offline, tra i vari attori della catena del valore. Proporrà possibili metodologie per valutare e misurare il pluralismo dei media e proporrà misure per ovviare alle carenze.

L’iniziativa rientra in un più ampio impegno a sostegno della libertà e del pluralismo dei media in tutta l’UE. Essa si basa sui risultati dell’Osservatorio del pluralismo dei media (MPM), cofinanziato dall’UE, e su un recente studio sulla direttiva riveduta sui servizi di media audiovisivi, che ha esaminato in particolare le norme in materia di proprietà dei media. Parallelamente, la Commissione garantirà finanziamenti sostenibili per i progetti relativi al pluralismo dei media nell’ambito del nuovo programma Europa creativa.

L’elenco degli attuali progetti finanziati dall’UE in questo settore è disponibile qui. Il termine ultimo del bando è il 23 marzo 2021; maggiori informazioni sui bandi sono disponibili qui.

seguici e metti mi piace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *