Norme rafforzate per combattere il finanziamento del terrorismo

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Ue - Cittadini
money_250.jpg

Oggi il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto un accordo politico sulla proposta della Commissione di agevolare l’accesso transfrontaliero delle autorità di contrasto alle informazioni finanziarie.

Le nuove misure, che costituiscono una priorità politica per il 2018-2019, permetteranno alla polizia di accedere velocemente a informazioni finanziarie essenziali per le indagini penali, rendendo più efficace la risposta dell’UE al terrorismo e agli altri reati gravi.

Il Commissario per la Migrazione, gli affari interni e la cittadinanza, Dimitris Avramopoulos ha dichiarato: “Se vogliamo catturare i criminali e i terroristi, dobbiamo poter tracciare il loro denaro. Le nuove norme approvate oggi assicureranno un rapido accesso alle informazioni finanziarie e una migliore cooperazione in tutta Europa, affinché nessun criminale o sospettato possa più sfuggire ai radar e farla franca col denaro sporco”. (altro…)

seguici e metti mi piace

Primo progetto industriale comune nel settore della difesa nel quadro del bilancio dell’UE

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Ue - Cittadini
logo difesa europea

La Commissione europea ha formalmente iniziato a collaborare con gli Stati membri per finanziare progetti industriali comuni nel settore della difesa. Tra qualche settimana, in base alle posizioni degli Stati membri, la Commissione adotterà il programma di lavoro e pubblicherà inviti a presentare proposte per il programma europeo di sviluppo del settore industriale della difesa nel quadro del bilancio UE per il 2019-2020. Ciò contribuirà ad aprire la strada al futuro Fondo europeo per la difesa per il periodo 2021-2027.

Il Vicepresidente responsabile per l’Occupazione, la crescita, gli investimenti e la competitività Jyrki Katainenha dichiarato: “La cooperazione in materia di difesa in Europa aiuta gli Stati membri a spendere il denaro dei contribuenti in modo più efficiente, a ridurre le duplicazioni di spesa e a ottenere un miglior rapporto qualità-prezzo. Promuove un’industria della difesa forte e innovativa e aumenta l’autonomia e la leadership tecnologica dell’UE in materia di difesa. Solo pochi anni fa la cooperazione nel settore della difesa era impensabile, mentre oggi è una realtà”. (altro…)

seguici e metti mi piace

Europee, l’Ue lavora a un sistema anti-hacker per evitare manipolazioni e sabotaggi

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Ue - Cittadini

Le misure messe a punto e pronte per essere sottoposte ai ministri degli Esteri in vista delle Europee di maggio.

Guerra ai malintenzionati della rete che vogliono manipolare le elezioni europee del prossimo maggio. L’Unione europea sta mettendo a punto un sistema in grado di sanzionare i gruppi di hacker stranieri decisi a influenzare il voto. I servizi diplomatici dell’Ue hanno presentato uno speciale piano agli esperti nazionali di sicurezza informatica degli Stati membri, un piano che arriverà sulle scrivanie dei ministri degli Esteri per la fine del mese.

(altro…)

seguici e metti mi piace

Perché l’immigrazione “disturba” le democrazie europee?

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Ue - Cittadini
copertina

Mercoledì  13 febbraio si svolgerà a Milano presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore un incontro sul tema dell’immigrazione che prenderà spunto dalla presentazione libro di Laura Zanfrini, “The Challenge of Migration in aJanus-Faced Europe” .

(altro…)

seguici e metti mi piace

Riunioni dell’Eurogruppo e del Consiglio ECOFIN dell’11 e del 12 febbraio 2019

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Ue - Cittadini
eurogruppo_mf.250

Il Vicepresidente Dombrovskis, il Commissario Oettinger e il Commissario Moscovici rappresenteranno la Commissione alla riunione odierna dell’Eurogruppo. Saranno discussi i principali risultati delle missioni di sorveglianza post-programma della Commissione in Irlanda e Portogallo e le prospettive economiche per la zona euro sulla base delle previsioni economiche della Commissione per l’inverno 2019.

I ministri procederanno a uno scambio di opinioni sulla nomina per il posto vacante nel comitato esecutivo della Banca centrale europea. L’Eurogruppo proseguirà quindi in formato inclusivo, con il Commissario Oettinger che si unirà alla riunione per discutere l’approfondimento dell’Unione economica e monetaria, in seguito al vertice euro del dicembre 2018. Il Commissario Moscovici parteciperà alla conferenza stampa che seguirà la riunione.

(altro…)

seguici e metti mi piace

Medicinali falsificati: nuove norme per migliorare la sicurezza dei pazienti

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Ue - Cittadini
medicinale-250

Per troppo tempo la falsificazione dei medicinali ha rappresentato una grave minaccia per la salute pubblica nell’UE. Da domani si applicheranno le nuove norme sulle caratteristiche di sicurezza per i medicinali soggetti a prescrizione nell’UE.

D’ora in poi l’industria dovrà apporre alle confezioni dei medicinali soggetti a prescrizione un codice a barre bidimensionale e un dispositivo anti-manomissione. Le farmacie (comprese quelle online) e gli ospedali dovranno verificare l’autenticità dei medicinali prima di dispensarli ai pazienti. Si tratta della fase finale di attuazione della direttiva sui medicinali falsificati, adottata nel 2011, che mira a garantire la sicurezza e la qualità dei medicinali venduti nell’UE.

(altro…)

seguici e metti mi piace

Previsioni economiche d’inverno 2019: la crescita frena in un contesto di incertezza globale

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Ue - Cittadini
winter_economic_forecast_2019

L’economia europea dovrebbe crescere per il settimo anno consecutivo nel 2019, con previsioni di espansione in tutti gli Stati membri. In generale si prevede una frenata del ritmo di crescita rispetto ai tassi elevati degli ultimi anni e le prospettive sono soggette a forte incertezza.

Valdis Dombrovskis, Vicepresidente responsabile per l’Euro e il dialogo sociale, nonché per la stabilità finanziaria, i servizi finanziari e l’Unione dei mercati dei capitali, ha dichiarato: “Si prevede che tutti i paesi dell’UE continueranno a crescere nel 2019, il che significa più posti di lavoro e più prosperità. Le nostre previsioni sono tuttavia riviste al ribasso, in particolare per le maggiori economie della zona euro. Questa revisione riflette fattori esterni quali tensioni commerciali e rallentamenti sui mercati emergenti, in particolare in Cina. In alcuni paesi della zona euro riemergono preoccupazioni per il legame tra banche ed emittenti sovrani e per la sostenibilità del debito. La possibilità di una Brexit non ordinata crea ulteriore incertezza. Avere consapevolezza di questi rischi crescenti significa essere a metà dell’opera; l’altra metà consiste nella scelta della giusta combinazione di politiche: agevolare gli investimenti, intensificare gli sforzi per realizzare le riforme strutturali e perseguire politiche di bilancio prudenti.”

(altro…)

seguici e metti mi piace

Accordo provvisorio sul riallineamento del corridoio Mare del Nord–Mediterraneo

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Ue - Cittadini
uk-ue_pins250
Ieri il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto un accordo provvisorio sulla proposta della Commissione europea di modificare l’allineamento della rotta del corridoio Mare del Nord–Mediterraneo, uno dei nove corridoi principali della rete transeuropea dei trasporti (TEN-T).

Il regolamento, da un lato, tenuto conto del recesso del Regno Unito, aggiunge alla rete principale nuovi collegamenti marittimi tra i porti irlandesi strategici di Dublino, Cork e Shannon Foynes e i porti del corridoio in Francia (Le Havre, Calais, Dunkerque), Belgio (Zeebrugge, Anversa, Gand) e Paesi Bassi (Terneuzen, Rotterdam, Amsterdam).

Dall’altro lato, aggiunge una nuova priorità di finanziamento al Meccanismo per collegare l’Europa (MCE): l’adeguamento dell’infrastruttura di trasporto a fini di sicurezza e controllo alle frontiere esterne. La Commissione terrà conto di questa priorità, quando proporrà il prossimo programma di lavoro annuale dell’MCE, e valuterà le conseguenze della Brexit sui collegamenti di trasporto e i flussi di traffico.

Queste misure si applicheranno solo in caso di recesso del Regno Unito dall’UE senza accordo.

seguici e metti mi piace

La Rappresentanza in Italia della Commissione europea lancia l’iniziativa “Primavera dell’Europa”

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Ue - Cittadini
eu_flag_

Dal 18 al 29 marzo la Rappresentanza in Italia della Commissione europea lancia l’iniziativa “Primavera dell’Europa”: una serie di eventi nelle scuole secondarie, nelle università e nelle città, con l’obiettivo di portare l’Europa tra i cittadini, soprattutto i più giovani, e promuoverne la partecipazione attiva alla vita democratica dell’Unione.

L’iniziativa “Primavera dell’Europa” si snoderà in tutta Italia e vedrà la partecipazione attiva delle “antenne” europee a livello locale, ossia i Centri di informazione Europe Direct (EDIC), i Centri di Documentazione Europea (CDE) e la rete Eurodesk per i giovani, in collaborazione con l’Ufficio di collegamento del Parlamento europeo in Italia. In particolare, durante la settimana si avvicenderanno dibattiti nelle scuole, incontri nelle università ed eventi pubblici. (altro…)

seguici e metti mi piace

Condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili: la Commissione accoglie con favore l’accordo provvisorio raggiunto oggi

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Ue - Cittadini
social_rights_250

Oggi la Commissione europea, il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto un accordo provvisorio sulla proposta della Commissione europea per una nuova direttiva intesa a creare condizioni di lavoro più trasparenti e prevedibili, in particolare per i lavoratori atipici

Marianne Thyssen, Commissaria per l’Occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità dei lavoratori, ha espresso soddisfazione per l’accordo e ha dichiarato:

“Grazie alla nostra iniziativa volta a garantire condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili tuteleremo un maggior numero di lavoratori in tutta Europa, in particolare coloro che, sempre più numerosi, sono attivi nelle nuove forme di lavoro come i lavori flessibili e i contratti a chiamata, nonché i lavoratori domestici.

(altro…)

seguici e metti mi piace